Sami vede le sue vene diventare nere e poi rompersi e poi tutta la sua pelle bianca diventare nera e sto morendo dice ed a volte sul serio vorresti essere irrazionale e riacciuffarla per i capelli, letteralmente, afferrare quei suoi capelli blu o viola o neri o rossi e tirare... Continua »
marzo 30, 2011

La mia generazione è stata una generazione di cattivi maestri. Avevamo tutto, buone teste, buone idee, ottime letture, le piazze ed il tirare mattina parlando del mondo. Eravamo giovani uomini e donne generosi e gentili; poi alle prime difficoltà abbiamo abdicato. Ci siamo ritirati nel privato come reali sdegnosi avvolti... Continua »
marzo 22, 2011

Il vuoto è una specie di pace che quando non lo provi, e lo vedi da lontano, può sembrare orrendo. Non so come ci si scivoli dentro, certo è che poi è come smettere di fumare: non ci pensi neanche ad uscirne. Inizia tutto dalle scelte, dalle necessità che il... Continua »
marzo 19, 2011

Credo sia stato quel pomeriggio di dicembre mentre le luci si accendevano tra le bancarelle della fiera e le mie mani intirizzite sfioravano sciarpe e maglioni esposti e nella borsa tenevo un sacchetto di mandorle tostate, credo che sia stato in quel momento dicevo che siete spariti. Nella mia testa... Continua »
marzo 8, 2011

Io non lo so quale sia stata la mia Fortuna, non so qual è stato il momento preciso in cui la vita mi è scivolata addosso come una seconda pelle; non so se quando percorrevo il perimetro umido della cantina io fossi nuda o vestita. Trascinata dal vortice delle urla... Continua »
marzo 7, 2011