Ieri parlavo con uno dei miei bambini di allora, e lui aveva 15 anni ed io 25 e dirlo ora mi pare un’assurdità, mi sono chiesta con che incoscienza mi sono assunta la responsabilità, ho cercato di ricordarmi se non mi facesse tremare le vene e sì, me le faceva... Continua »
agosto 29, 2010

La P. è in appartamento da un mese ed i colleghi dicono vai a trovarla, chiede di te. Io non ho voglia di farlo, non sono mai stata a mio agio con lei, ogni discorso con lei è sempre suonato alle mie orecchie come una forzatura grossolana da parte mia,... Continua »
agosto 25, 2010

Io vivo con un vecchio che è mio padre. Ogni giorno sgrana davanti a me qualche ricordo che è anche mio ed in qualche modo tutto ciò ha a che fare con il tempo,in un senso che mi sfugge ogni volta che mi sembra di essere sul punto di afferrarlo.... Continua »
agosto 24, 2010

C’è qualcosa che non smette di sorprendermi nella facilità con cui le persone consegnano la loro vita alla vacuità ed al volgare; con una specie di voluttuosa vertigine, perfino con arroganza. Hanno messo un collare dorato al loro dolore e lo fanno esibire come una scimmietta ammaestrata nelle fiere di... Continua »
agosto 22, 2010

Ieri sono andata al Mart con Fry a vedere una mostra di giovani artisti contemporanei, l’arte concettuale e quelle cose lì, ed il giorno prima siamo stati al cimitero a fotografare la tomba di Mara Cagol. Sulla lapide c’è scritto una vita che si dona si salva e pensavo a... Continua »
agosto 19, 2010

C’era un’ospite in questi giorni, una signora che pesa 118 kg. E non parlava d’altro se non del suo corpo e di quel grasso che l’avvolge, come se parlarne in continuazione potesse in qualche modo scioglierlo davanti a noi, come se le sue parole avessero il potere di farci immaginare... Continua »
agosto 14, 2010

Era il compleanno di Ivano ieri e siamo usciti a cena, con la sua radiolina nuova a tutto volume. E mentre mangiava ha alzato la testa e con quel suo sorriso ha detto "sono stato coraggioso a fidarmi di te?" ed io ho pensato ma guarda, ci vuole un pazzo... Continua »
agosto 10, 2010

Quando una persona muore allora ti costringe al silenzio. Ti ci trascina riluttante come una capra ed ancora borbottante e con i vestiti sudati. Si potrebbe credere che la morte dell’altro porti con sè una sorta di euforica libertà, il dono della propria verità finalmente incontrastata, il regalo del proprio... Continua »
agosto 2, 2010