Questa notte ti ho sognata. Avevi l’Alzheimer ed io mi dannavo a rincorrerti ed a rimediare i tuoi guai, ma eri bellissima, capricciosa e felice come una bambola di porcellana. Avevi rubato il vestito che mi sono provata alcuni giorni fa, quello lungo e stretto stretto e fiorito che tu... Continua »
giugno 30, 2010

Ieri sera nella sala di attesa del pronto soccorso con andrea,la gente che lo guardava di sottecchi, come si fa in questi casi. Ed io che che mi rendevo conto di quanto desiderassi che lo capissero, che capissero i suoi gesti gli sguardi e le parole mormorate. E di quanto... Continua »
giugno 13, 2010